Olive in salamoia

Le olive appena raccolte, sono piuttosto amare per essere consumate subito; Uno dei metodi di conservazione e preparazione delle olive per la loro consumazione al naturale, è quello di metterle in salamoia. La salamoia infatti, è un semplice quanto efficace metodo di conservazione dei cibi utilizzato sin dall’antichità.

Le olive in salamoia sono ottime da consumare direttamente ma sono ancora più gustose se vengono condite con un goccio d’olio, aglio intero e origano o menta. Ottime sia nella preparazione di piatti e sia per essere consumate direttamente, magari accompagnando salumi e formaggi insieme ad un bicchiere di buon vino. Vediamo insieme come prepararle.

Ingredienti:

  •  Olive verdi (quantità a scelta)

Ingredienti Prima Salamoia (Primo mese):

  •  Sale 100 g/l di acqua (100 g di sale per ogni litro di acqua)

Ingredienti Seconda Salamoia (Secondo mese):

  •  Sale 120 g/l di acqua (120 g di sale per ogni litro di acqua)

Ingredienti Terza Salamoia (Mantenimento mesi successivi):

Sale 60 g/l di acqua (60 g di sale per ogni litro di acqua)

 

Procedimento:

Per prima cosa procuratevi delle olive verdi preferibilmente da coltivazione biologica; Dopodiché eliminare quelle che hanno qualche imperfezione e privatele del picciolo (il gambo) se c’è. Potete sceglierle di lasciare le vostre olive con il nocciolo all’interno o in alternativa toglierlo; Se avete scelto la seconda opzione, potete privare le olive dal nocciolo con gli appositi snocciolatori, o in alternativa potete farlo anche semplicemente schiacciandoli con un ciottolo (lavato con cura) e poi togliendo a mano il nocciolo all’interno dell’olivo. Cosa molto importante, se avete scelto di privare le olive dal nocciolo abbiate cura di non lasciarne neanche uno fra le vostre olive altrimenti chi se le ritroverà nel piatto rischierà di spezzarsi un dente! Se preferite potete anche selezionare le olive in base alla grossezza. Trasferite le olive in una bacinella e lavatele con abbondante acqua, dopodichè sommergetele completamente.

A questo punto mettete un peso sopra (deve essere piuttosto pesante, potete anche usare un ciottolo dopo averlo lavato accuratamente) che le tenga sott’acqua.

Ora non dovrete far altro che ambiare l’acqua giornalmente per 20 – 25 giorni.

1°Salamoia.

Trascorsi i 20 – 25 giorni, le vostre olive saranno pronte per la salamoia. Per prima cosa sciacquate per bene le olive, scolatele e sistematele in un vaso di vetro (o più vasetti se preferite).

A questo punto, calcolate l’acqua che vi servirà per ricoprire completamente il vasetto )o i vasetti) fino a sommergere completamente le olive.

Versate l’acqua in una pentola e aggiungete 100 g di sale per ogni litro di acqua, dopodiché portate ad ebollizione e  lasciate bollire per 5 minuti. Trascorsi i 5 minuti, spegnete il fuoco e fate raffreddare completamente la vostra salamoia.

Versate la salamoia (fredda) nel vostro vasetto fino a ricoprirle completamente le olive. Una volta versata l’acqua nel vasetto vi accorgerete che le olive tenderanno di salire a galla; Potete scegliere di creare un tappo con delle foglie di alloro (che serviranno anche ad aromatizzare) o in alternativa coprire le olive con gli appositi tappi in plastica come questo sotto in foto

 f-gabrielli-master

A questo punto chiudete il barattolo e riponetelo in luogo fresco e buio per 1 mese.

2° Salamoia

Dopo 30 giorni le vostre olive saranno pronte per la seconda salamoia nella quale passeranno il secondo mese;

Il procedimento per preparare la salamoia sarà lo stesso della prima con la differenza che questa volta la concentrazione di sale sarà maggiore, infatti dovrete preparare una salamoia con 120 g di sale per litro d’acqua.

A questo punto aggiungete alle olive anche gli aromi tritati finemente.

3° Salamoia (di mantenimento)

Il procedimento per la preparazione della salamoia sarà il medesimo della 1° e della 2° con la differenza che questa volta la concentrazione salina sarà più bassa infatti mescoleremo 60 g di sale per litro di acqua.

Le olive saranno pronte da gustare quando perderanno il caratteristico sapore amarognolo (2 – 3 mesi) per cui di tanto in tanto andranno assaggiate.

Al momento del consumo le olive vanno sciacquate in acqua tiepida e scolate bene.

Se si desidera mangiarle direttamente il consiglio è quello di condirle al momento con un filo d’olio, aglio intero e origano o menta.

NB: Non utilizzando conservanti chimici può formarsi, dopo qualche mese, una innocua pellicola bianca soprastante, che può essere rimossa con un cucchiaio.

Ora non vi resta che gustare le vostre olive😉

Inviami le tue ricette all’indirizzo tiabbraccioblog@libero.itmagari aggiungendo anche qualche foto e sarò felice di pubblicarle in questo blog 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...